Whatsapp gratis, ma a che prezzo?

scritto da il 23 gennaio 2016
whatsapp

La notizia del momento è certamente il recente cambio di politica di business da parte di Whatsapp che da pochissimi giorni ha reso il suo servizio gratis a vita per tutti gli utenti, rinunciando così a quel piccolo contributo di 0,89 €/anno che era necessario per la sua fruizione a partire dal secondo anno di utilizzo in poi.

Ma qual è il prezzo di tutto ciò?

Nel 2014 poco prima dell’ufficializzazione dall’acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook erano girate delle indiscrezioni per cui molta gente si preoccupava del futuro impatto che quest’acquisizione avrebbe avuto sulla privacy delle conversazioni una volta che fosse entrato in gioco il colosso guidato da Mark Zuckerberg e per le quali Jan Koum, co-founder e CEO di Whatsapp, prontamente si sentì in dovere di smentire tramite un articolo sul blog ufficiale di Whatsapp.

Ad oggi sembra però che quelle indiscrezioni non fossero poi così infondate: uno sviluppatore, Javier Santos, ha scoperto all’interno di una beta di Whatsapp un’impostazione che consentirebbe di condividere le informazioni con Facebook per migliorarne l’esperienza.

impostazioni-whatsapp-beta

Dagli attuali termini del servizio non è ancora chiaro come la cosa impatterebbe la nostra privacy e va considerato che la feature è presente in una versione beta e in ogni caso disabilita di default, quindi non è detto che verrà rilasciata anche in quella stabile.

via TheNextWeb

BIOGRAFIA DELL'AUTORE

Nicola Anaclerio è studente di Informatica e Comunicazione Digitale presso l'Università degli Studi di Bari. Appassionato di Smartphone e Tecnologia Mobile che sin dal 2007 ha ricoperto un ruolo attivo nel digital publishing mobile rivestendo tra gli altri il ruolo di caporedattore di un blog di riferimento del settore. Owner di Techrelated.it