Google lancia il Nexus 5 e Android KitKat 4.4

scritto da il 31 ottobre 2013
copertina

Lo stavamo aspettando in tanti, lo abbiamo chiesto a gran voce e l’hype è stato alle stelle fino agli ultimi minuti, e finalmente il nuovo smartphone targato LG e Google è arrivato! Pochi minuti fa infatti è stata aggiornata la pagina di Google Play Store con in primo piano la pubblicità e il link alla pagina del Nexus 5.

Il nuovo nato in casa BigG si è fatto attendere come una vera star e molti sono stati i rumors che hanno girato attorno alle sue specifiche tecniche, la data di uscita e il prezzo al momento del lancio nel mercato. Ma adesso che tutto è diventato realtà e certezza ricapitoliamo le sue caratteristiche:

specifiche1

specifiche2

dimensioni
Sulla carta davvero un dispositivo di tutto rispetto ad un prezzo davvero abbordabile: 349€ per la versione da 16 GB e 399€ per quella da 32 GB, entrambi in due colorazioni, bianco e nero.

In contemporanea al lancio del nuovo Nexus Device è stata rilasciata la versione 4.4 di Android ovvero KitKat. Tra le migliorie di questa nuova distro troviamo il supporto per i device con 512 MB di RAM, il che significa che l’upgrate potrebbe essere esteso ai milioni di entry-level device che compongono la gran parte dell’Android market, una migliore gestione dei sensori, che porta benefici a livello di battery drain, e l’integrazione in Hangout degli SMS.

Sfortunatamente il Nexus 5 è risultato esaurito dopo soli 20 min dalla commercializzazione quindi coloro che vorranno acquistarne uno dovranno pazientare ancora qualche giorno, fortunatamente però la redazione si è riuscita ad accaparrare uno dei primissimi device, quindi saremo ben lieti di recensirlo per voi!

BIOGRAFIA DELL'AUTORE

Dario Catacchio è uno studente di Informatica e Tecnologie per la Produzione del Software presso l'Università degli Studi di Bari. Innamorato del mondo videoludico fin dall'età di 4 anni, da quando ricevette la SNES e Super Mario World. All'età di 8 anni ebbe a che fare con il suo primo PC e da quel momento capì che il suo mondo sarebbe stato fatto da 0 e da 1. Alla sua prima esperienza nel mondo del digital publishing, ha però ricoperto per anni il ruolo di lettore di molteplici blog sul gaming e sui computer in genere.