Motore di ricerca, tu sì che mi capisci!

scritto da il 20 ottobre 2013
ask2me

Grazie a Google chiunque è capace di trovare ciò che vuole nell’infinito oceano di risorse di cui è composto Internet. Basta collegarsi al motore di ricerca per eccellenza, ricercare la parola chiave e il gioco è fatto: in pochissimi secondi si ottengono le informazioni necessarie.

Ma quanto diverrebbe semplice la nostra vita se il motore di ricerca capisse le nostre domande che usiamo ogni giorno? “Fantascienza hollywoodiana” oppure “progetti così possono essere realizzati solo in USA” potrebbe dire qualcuno. Nulla di più sbagliato: in realtà questo è un progetto totalmente nostrano già in fase di sperimentazione; è infatti la barese Sud Sistemi, con la collaborazione del Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Bari, ha attualmente in carico il progetto Ask2me.

Questo nuovo sistema di ricerca delle informazioni utilizza, non più le parole chiave (come Google, Yahoo!, Bing e similari), bensì domande e frasi di senso compiuto. Sfruttando un processo di semantizzazione dei documenti (letteralmente: ricerca del significato delle parole, frasi e testi), Ask2me è in grado di consultare fino a dieci milioni di documenti contemporaneamente. Secondo l’amministratore della Sud Sistemi Vito Manzari, il sistema può essere utile “Ovunque esista un patrimonio testuale, archivi aziendali, redazioni di giornali e pubbliche amministrazioni”. Infatti, grazie alla collaborazione di un team dell’Università degli Studi di Bari (coordinati dal prof. Giovanni Semeraro) e al finanziamento della Regione Puglia (tramite fondi europei), il progetto è stato premiato al Forum PA perché in grado di avvicinare i cittadini alle Pubbliche Amministrazioni.

Progetto già promosso sul campo, visti gli utilizzi in vari siti della Regione Puglia e all’interno del contact center dell’Acquedotto Pugliese. Già dai primi risultati ci accorgiamo di come il sistema sbalordisca con un occhio verso il futuro, visto che lo stesso Manzari orgogliosamente riporta: “Oltre due terzi delle domande poste al sistema hanno aiutato l’operatore a fornire agli utenti le risposte che aspettavano. In alcuni casi, le risposte che il motore di ricerca ha fornito hanno sorpreso gli stessi operatori”.

Speriamo che un progetto così importante, possa continuare a svilupparsi e a riscontrare successi nonostante nasca da una piccola realtà come quella di Bari.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE

Dario Catacchio è uno studente di Informatica e Tecnologie per la Produzione del Software presso l'Università degli Studi di Bari. Innamorato del mondo videoludico fin dall'età di 4 anni, da quando ricevette la SNES e Super Mario World. All'età di 8 anni ebbe a che fare con il suo primo PC e da quel momento capì che il suo mondo sarebbe stato fatto da 0 e da 1. Alla sua prima esperienza nel mondo del digital publishing, ha però ricoperto per anni il ruolo di lettore di molteplici blog sul gaming e sui computer in genere.